lumos-logotipo-giallo.png

Scopri tutti i vantaggi e richiedi una scheda esclusiva per la tua Attività sul nostro portale!

LOGO PORTALES_lazio

MIMMA CIOTOLI – SAGOMATERAPIA – CECCANO FR

Via Paolina, 2, 03023 Ceccano FR

Mimma Ciotoli è un professionista specializzato in Sagomaterapia, un trattamento che si basa sulla modellatura del corpo per aiutare a rilassare la mente e il fisico. Situato a Ceccano FR, Mimma offre un servizio di alta qualità e personalizzato, garantendo una esperienza rilassante e rigenerante per i suoi clienti.

DOMOTERAPIA SOTTILE

È la pulizia eterica della casa, da fare quando in casa accadono cose inspiegabili, o quando i componenti della famiglia si ammalano, quando non regna più la pace per vivere serenamente, quando troviamo oggetti spostati, quando sentiamo che qualcosa di fortemente negativo si sta avvicinando, quando vi sono energie negative che influiscono sulle persone che vi abitano.

Fare la domoterapia energetica servirà a ripulire la casa da energie negative per tornare a vivere serenamente.

Occorre fare il disegno della sagoma della casa, se è rettangolare, quadrata se è un palazzo scrivere a che piano si trova  perché occorre  pulire tutto il palazzo, inoltre mettere nord, sud, est, ovest rispetto al portone d’ ingresso  dentro mettere il nome.

Nel Disegno   notiamo come la persona ha  disegnato una testa piccola rispetto al corpo. Il tronco enorme, come la pancia. Le mani sono abbozzate; le dita, quasi non disegnate; le gambe, nella loro parte anteriore; i piedi sono disegnati come se la persona andasse via all’indietro.


La testa rappresenta tutto il nostro cosmo, vi è racchiuso il cervello, vi si trovano i ricettori degli organi sensoriali cui ci mettiamo in relazione con il mondo esterno. Rappresenta la nostra autonomia, la nostra individualità attraverso il volto, la nostra spiritualità, poiché attraverso i chakra superiori possiamo prendere decisioni e consapevolezza delle nostre azioni e della natura divina. Il fatto che la persona abbia disegnato una testa piccola può indicare che abbia cercato di negare la propria consapevolezza o la propria autonomia per cercare di rappresentare un’altra personalità. Ha sottolineato il centro della testa, dove risiede il chakra della consapevolezza, il centro dell’antakarana, che lo mette in relazione col Divino: ciò può significare che questa persona ha un difetto di spiritualità. Può trattarsi di una grossolana, incapace di provare ed esprimere amore sia verso gli altri sia verso se stesso. Può essere una persona che apprezza solo le cose materiali, come il cibo: l’addome prominente fa supporre questo. Il fatto che non abbia disegnato le dita significa che la persona non è attenta ai dettagli quotidiani. Oppure può essere insofferente ai gesti e alle azioni della quotidianità. Vediamo che nella mano destra sono disegnati solo il pollice, l’indice e il medio. Nella mano sinistra non riusciamo a distinguere quali dita siano state disegnate. Il pollice corrisponde ai polmoni; l’indice, all’intestino crasso; il medio, al maestro del cuore. Quindi, è molto probabile che la persona possa presentare disturbi agli organi sessuali. Potrebbe avere problemi ai muscoli grande gluteo e piriforme, e, siccome il piriforme, che è il più lungo e il più grosso muscolo di tutto il corpo, si trova accanto al nervo sciatico, un disturbo a questo muscolo determina automaticamente disturbo, appunto, al nervo sciatico, con dolori lungo la gamba, formicolio e insensibilità, bruciore nell’urinare con annessi problemi vescicali.


Dopo la pulizia del corpo davanti e dietro è bene soffermarsi posando dolcemente (sulla testa sempre dolcemente!) due dita ai lati e sopra la testa, dove ci sono i punti neurovascolari.


Per quanto riguarda i piedi sappiamo che essi rapprentano l’avanzare nella vita. Il disegno ci fa vedere come i piedi  rispetto al disegno si trovano in posizione contraria: il corpo va in avanti, mentre essi vorrebbero andare indietro. Potrebbe trattarsi di una fuga di personalità rispetto alle proprie responsabilità. La persona si impedisce di andare avanti.

A CHI PUÒ SERVIRE LA SAGOMATERAPIA?

    • A chi fa fatica ad addormentarsi.
    • A chi avverte una stanchezza inspiegabile.
    • A chi ha l’impressione di essere vittima di pettegolezzi.
    • A chi ha che fare con continue tensioni in famiglia o sul lavoro.
    • A chi si sente fragile emotivamente o fisicamente.
    • A chi teme il futuro e vive male il presente.
    • A chi si spaventa per un nonnulla.
    • A coloro la cui situazione economica si aggrava ogni giorno di più.
    • A chi si sente vittima di una fattura, di una maledizione, del malocchio e di altre negatività.
      La “fattura” o meglio la persona che ha ricevuto per sua sfortuna una fattura, si riconosce subito perché cambia totalmente il modo di vivere e di agire in quanto ne rimane sconvolto.   Chi riceve il maleficio vive una parte attiva circa la sua reazione con il demone. Il comportamento del maligno è vario e imprevedibile, determina subito fenomeni a carattere nervoso; infatti la maggior parte delle persone soffre di dolori alla testa, di nervosismi, di alterazioni dei comportamenti e altro. Ci sono poi disturbi neurovegetativi, allo stomaco, intestino e spesso sono persone assalite da vomito continuo e coercitivo, che portano allo sfinimento. La persona si stressa enormemente, può delirare, diventare sconnessa con il suo mondo e le persone care. Per questa ragione che i familiari chiamano uno psichiatra prima e un sacerdote dopo, perché i comportamenti sono enormemente sopraffatti da credere a una malattia mentale prima e una fattura satanica poi.

Alla descrizione composta e complessa della persona, la quale descrizione si ricava appunto dall’analisi di molti aspetti del disegno, eseguito dalla persona venuta a chiedere aiuto.

  • Il disegno è la rappresentazione grafica dell’immagine della propria struttura psicosomatica che la persona porta in sé.
  • Il disegno rappresenta l’immagine della realtà emozionale codificata attraverso un segno, un tratto.

Si parla di SAGOMA perché la persona disegna la propria sagoma, appunto.

E si parla di TERAPIA perché qualunque cosa noi facciamo con amore e fraternità è già di per sé una cura terapeutica.

Ricordiamo che noi non curiamo nulla. Facciamo solo prevenzione.

Man mano che facciamo la pulizia, la persona trova giovamento togliamo l’energia malata e sporca per ridare poi quella pulita.

Se pensiamo un attimo alla mamma quando da bambini metteva la sua mano sulla nostra fronte: in quel momento ci sembra-va effettivamente già di guarire! La cura, quindi, sorge solo quando l’esistenza di qualcuno ha importanza per noi.

Ogni cambiamento dell’immagine corporea corrisponde a un cambiamento delle funzioni della psiche.

L’immagine corporea (e lo schema ad essa associato) si forma nei primi anni di vita.

Il senso d’identità non è presente alla nascita, ma si sviluppa con la crescita e la maturazione dell’io. Si basa anzitutto sulla consapevolezza del desiderio, sul riconoscimento e sulle percezioni psichiche. Possiamo quindi dedurre che sensazioni, percezioni, atteggiamenti psichici verso le varie parti del corpo e del processo d’identificazione avvengono attraverso il nostro sistema nervoso. Sappiamo che oltre al corpo fisico possediamo un altro corpo: quello energetico, chiamato “corpo bioplasmatico”, “corpo eterico” o “doppio eterico”. La parola deriva dal greco bios, che significa “vita”, e da “plasma”, che riguarda il quarto stadio della materia, seguito dal solido, il liquido e il gassoso. Il prana viene esteso a tutto il corpo attraverso alcuni canali, chiamati “meridiani”.

Per fare l’analisi basta disegnare la propria sagoma senza fare correzioni   il disegno deve essere spontaneo, scrivere dentro il disegno della sagoma il proprio nome e inviarla alla terapista. La sagoma deve essere grande come il foglio A4 in modo che l’operatrice possa lavorare comoda. Dovrebbe essere disegnata con un pennarello a spirito celeste ma  il colore  nell’invio via internet si perde allora  consiglio di farlo con una biro blu  mi raccomando blu non nera e poi ci   penso io stessa a renderla idonea per la visita,  l’ascolto e altro.

Aperto Ora

Orario D’Apertura

  • Lunedì 00:00 - 24:00
  • Martedì 00:00 - 24:00
  • Mercoledì 00:00 - 24:00
  • Giovedì 00:00 - 24:00
  • Venerdì 00:00 - 24:00
  • Sabato 00:00 - 24:00
  • Domenica 00:00 - 24:00

Servizi